Cosa Vedere a Lisbona in 3 Giorni: Itinerario e Guida 2022

Cerchi un itinerario per vedere Lisbona in 3 giorni? In questo articolo trovi una guida completa alla visita di Lisbona. Con itinerario e consigli pratici.

Cerchi un itinerario per vedere Lisbona in 3 giorni?

In questo articolo, che ho scritto dopo aver vissuto a Lisbona ed essere tornato nella capitale portoghese più volte nel corso degli anni, trovi una guida dettagliata che ti permetterà di:

  • Avere un itinerario per vedere Lisbona in 3 giorni (suddiviso per giorni)
  • Scoprire come muoversi a Lisbona in questi 3 giorni.
  • Come risparmiare su mezzi di trasporto e musei.
  • Tanti consigli utili e pratici per aiutarti a pianificare il tuo viaggio perfetto a Lisbona.

Buona lettura e buon viaggio!

Consigli per vedere Lisbona in 3 giorni

Come arrivare dall’aeroporto di Lisbona al centro

Generalmente, il modo migliore per raggiungere la città dall’aeroporto di Lisbona è la metropolitana. Bisogna prendere la linea rossa in direzione S. Sebastião, scendere alla stazione Alameda e cambiare con la linea verde in direzione Cais do Sodré.

Le fermate utili per il centro sono Martim Moniz se alloggi nell’Alfama, oppure Baixa-Chiado o Rossio per i quartieri più centrali.

Come muoversi a Lisbona in 3 giorni

Come muoversi a lisbona in 3 giorni

Lisbona dispone di una fantastica rete di trasporti pubblici, questa è composta da metropolitana, tram, bus, funicolari e ascensori panoramici e battelli.

I mezzi che utilizzerai più spesso sono il tram e la metro. Ecco in sintesi come muoverti all’interno di Lisbona con i mezzi:

  • Belém: per raggiungere il celebre quartiere dedicato all’era delle Scoperte puoi prendere il tram 15E che passa per il centro e in particolare da Praça do Comercio.
  • Bairro Alto: per raggiungerlo dovrai prendere la funicolare di Lisbona, in questo caso Elevador da Bica oppure Elevador da Gloria.
  • Baixa, Rossio e Chiado: per muoverti all’interno di questi quartieri super centrali puoi tranquillamente camminare, visto che si tratta di un’area prevalentemente pianeggiante.
  • Mouraria e Alfama: questi quartieri si trovano in una zona alta della città. Puoi raggiungerli con il celebre tram 28 oppure con il meno utilizzato tram 12E.
  • Sintra: la città “fiabesca” si trova a circa 30 km da Lisbona. Puoi raggiungerla facilmente con il treno che parte dalla stazione del Rossio, in pieno centro.
Vuoi approfondire il tema mezzi di trasporto a Lisbona? Leggi la mia guida completa: Come muoversi a Lisbona

Come risparmiare a Lisbona in 3 giorni

Lisbona in 3 giorni

Lo sai che esiste un modo per risparmiare sui mezzi di trasporto e utilizzarli gratuitamente?

Lo sai che puoi risparmiare non solo sui mezzi ma anche sulla visita alla maggior parte delle attrazioni di cui parlerò in questo itinerario?

Hai detto no? Niente paura, ti spiego io come fare!

Il modo migliore per risparmiare a Lisbona è quello di munirti di una Lisbona Card. Una city card ufficiale che ti permetterà di avere i seguenti vantaggi:

  • accesso rapido alla maggior parte delle attrazioni.
  • accesso gratuito a più di 30 attrazioni a pagamento.
  • sconti fino al 50% sulle restanti attrazioni.
  • uso illimitato dei mezzi di trasporto come bus, tram, treni e funicolari.

Esistono 3 versioni della Lisbona card. Quella da 24 ore, da 48 ore e da 72 ore. Ovviamente per 3 giorni ti consiglio la versione da 72 ore (che costa 44€).

Dove comprarla? La si può acquistare online (fino a un anno prima del tuo arrivo) per poi attivarla in aeroporto. Questo è il rivenditore ufficiale che vende la Lisbona card online.

Cosa vedere a Lisbona in 3 giorni: Itinerario completo

Giorno 1: Baixa e Alfama

Durante il primo giorno visiteremo 2 tra i quartieri più importanti del centro storico.

Il quartiere Baixa, completamente ricostruito dopo il terribile sisma che ha stravolto Lisbona nel 1755.

E il quartiere Alfama, il più antico di Lisbona, famoso per il suo castello e per il fado.

Ecco una mappa di cosa vedere in questo primo giorno a Lisbona:

  • Piazza del Rossio
  • A Ginjinha
  • Rua Augusta
  • Praça do Comércio
  • Arco da Rua Augusta
  • Cattedrale di Lisbona
  • Castello di São Jorge
  • Tram 28

Piazza del Rossio

Praça Dom Pedro IV, itinerario per Lisbona di 3 giorni

Iniziamo il nostro tour con la visita della piazza del Rossio, una grande piazza situata in pieno centro, nel quartiere Baixa.

La piazza è conosciuta anche come Praça Dom Pedro IV, ed è dedicata a Pietro IV, primo imperatore del Brasile e 28esimo re del Portogallo.

Al centro della piazza trovi infatti una colonna, sormontata da una statua bronzea che raffiguro il celebre sovrano.

Oltre alla scultura all’interno della piazza puoi notare la presenza di:

  • Il Teatro Nacional D. Maria II, il teatro più importante del Portogallo, che prende il nome dalla figlia di Dom Pedro IV.
  • Stazione del Rossio: una delle stazioni più importanti e trafficate di Lisbona. Da qui potrai prendere il treno per andare a Sintra.
  • Café Nicola: un ristorante storico di Lisbona che è stato il primo bar italiano ad aprire nella capitale portoghese. Il locale risale infatti al 1779 e fu anche il primo cafè letterario della città.

Posizione su Maps

Prova la Ginjinha

Prova la Ginjinha, tra le cose da fare a Lisbona in 3 giorni

A pochi passi dal Rossio troviamo la nostra prossima tappa, il Bar a Ginjinha.

Perché andarci? Per provare il liquore più famoso del Portogallo, la Ginja.

Si tratta di un liquore alle amarene nato proprio a Lisbona.

La Ginja viene prodotta in maniera piuttosto semplice, lasciando le amarene a macerare con l’aguardiente. Il risultato? Un ottimo liquore di colore rosso, e dal gusto inconfondibile.

Il bar in questione è un locale storico, che porta avanti la tradizione della Ginjinha (o Ginjinha) da ben 5 generazioni. La bevanda viene servita con o senza una amarena macerata sul fondo del bicchierino. Il costo è di poco superiore a 1€.

Rua Augusta

Rua Augusta, Lisbona in 3 giorni

Continuando verso la Praça do Comércio attraverserai la famosa via commerciale conosciuta come Rua Augusta. La via è caratterizzata dalla presenza di tantissime attività commerciali, come negozi di abbigliamento dei marchi più famosi, ma anche piccoli negozi vintage, bar e ristoranti.

Soffermati un attimo sulla pavimentazione, si tratta della tecnica costruttiva tutta portoghese conosciuta come calçada portuguesa. In pratica utilizzano pietra bianca e nera per creare dei motivi decorativi, o anche veri e propri mosaici. Alla fine della Rua Augusta si trova la nostra prossima tappa.

Praça do Comércio

Praca do comercio, tra le cose da vedere a Lisbona in 3 giorni

Ed eccoci arrivati a Praça do Comércio, la piazza più famosa della città. La piazza venne costruita dopo il terremoto che devastò Lisbona nel 1755.

Infatti prima di quel tragico evento al posto della piazza vi era un grande palazzo reale, conosciuto come Palacio Ribeira. La residenza ufficiale del re del Portogallo.

Nella parte centrale della piazza noterai la presenza di una grande statua equestre. Si tratta della raffigurazione di re Dom José I, che riuscì per miracolo a salvarsi dalla devastazione del terremoto.

Curiosità: re Dom José I, dopo il terremoto del 1755 non visse mai più in un edificio, ma passò il resto della sua vita vivendo in lussuose tende nei pressi del Palacio Nacional da Ajuda.

Volgendo lo sguardo verso nord-est noterai la presenza di un elegante ristorante-café, si tratta di Martinho da Arcada, uno dei ristoranti più antichi di Lisbona, aperto dal 1782.

Arco da Rua Augusta

Arco da Rua Augusta

Sempre in Piazza del Commercio, troviamo il maestoso Arco da Rua Augusta. Un enorme arco celebrativo che sovrasta l’intera piazza e rappresenta la porta di ingresso alla capitale portoghese.

L’arco con la sua maestosità e le statue situate sulla parte alta, vuole rappresentare la rinascita di Lisbona, che nonostante il tragico evento del 1755, è riuscita a rialzarsi in piedi.

Vuoi ammirare la Baixa e il fiume Tago da una terrazza panoramica? Ti consiglio assolutamente di salire sull’Arco da Rua Augusta. L’accesso alla terrazza costa pochi euro.

Lisboa Story Center

Visto che si tratta del primo giorno a Lisbona, reputo che sia importante iniziare con una conoscenza almeno basilare della storia della città.

Cosa che ti permetterà di “collegare i puntini” e goderti al meglio, anche le attrazioni dei prossimi giorni.

Qual è il modo migliore per conoscere la storia di Lisbona? Visitare il Lisboa Story Center, situato proprio a Praça do Comércio. Si tratta di un interessante museo interattivo dedicato alla storia della città, dalla sua fondazione come villaggio celtico, fino ai giorni nostri.

La cosa bella è che si tratta di un’esperienza completamente immersiva, che coinvolge tutti i tuoi sensi. La parte più spettacolare è quella dedicata al terremoto, ti farà rivivere in pochi minuti cosa è successo in quel tragico evento che ha segnato per sempre la storia di Lisbona.

Cattedrale di Lisbona

Se de Lisboa

La nostra prossima tappa dista circa 500 metri dalla celebre piazza. Ed è la Cattedrale di Lisbona, conosciuta anche come Sé de Lisboa.

Si tratta di una grande chiesa situata ai piedi dell’Alfama, e costruita nel dodicesimo secolo, poco dopo la riconquista ai danni dei mori.

Cosa che rende il Sé de Lisboa la chiesa più antica della città.

Lo stile predominante di questo tempio religioso è il romanico, facilmente individuabile nella sua facciata austera, e nelle due torri campanarie gemelle.

Anche se nel corso dei secoli, furono svolti diversi lavori di ristrutturazione in stili diversi dal romanico. Il più grande di questi lavori avvenne dopo il terremoto del 1755. All’interno della chiesa, una delle zone più belle e suggestive è la cappella gotica, costruita nel 1300.

Vale la pena visitare anche il chiostro e il tesoro della cattedrale, che conservano un importante patrimonio risalente al periodo romano, arabo e poi medievale.

  • Biglietti: l’entrata alla cattedrale è gratuita. Si paga solo il museo, e la terrazza. 5€. Qui trovi i biglietti acquistabili online.
  • Orari: domenica chiuso, mercoledi e sabato dalle 10:00 alle 18:00. Lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 9:30 alle 19:00.
  • Dove si trova: Largo da Sé. Posizione su Maps

Castello di São Jorge

Castello di São Jorge, da vedere a Lisbona in 3 giorni

A questo punto sarà pomeriggio inoltrato, e la nostra prossima tappa è una delle più importanti della città. La visita al Castello di São Jorge.

Il castello si trova nel celebre quartiere dell’Alfama, la zona più antica della città. Raggiungerlo a piedi non è semplicissimo per via della pendenza. Tuttavia se non fa troppo caldo, puoi farti una bella camminata, e magari sfruttare i vari elevadores (ascensori panoramici) che ti aiuteranno a salire di qualche decina di metri senza troppa fatica.

Gli elevadores da prendere sono quello “do Castelo” e poi quello “da Baixa”. Ne parlo in maniera più approfondita in questo articolo.

Ma torniamo al castello. L’opera risale al periodo dei mori, che costruirono gran parte delle strutture, anche se le prime costruzioni risalgono al periodo romano.

Dopo la riconquista avvenuta nel 1147, grazie al re Alfonso Enrico, il palazzo passa sotto il controllo dei cristiani, che ne fanno inizialmente la sede della famiglia reale.

Nel 1500 viene costruito il Palazzo Riberia, e il castello viene quasi completamente abbandonato a se stesso per diversi secoli.

Cosa vedere nel Castello di São Jorge?

Il castello è a forma rettangolare, con ben 11 torri e due cortili. Tre le cose più interessanti da vedere abbiamo:

  • Le antiche rovine del palazzo reale, questa è una delle zone più antiche del castello.
  • Il sito archeologico, dove potrai osservare i resti di ben 3 epoche storiche.
  • Il Belvedere del castello, una terrazza panoramica da cui ammirare tutta Lisbona.
  • Nella torre di Ulisse trovi la camera oscura, in cui grazie a un sofisticato sistema ottico di lenti e specchi è possibile osservare dall’alto tutto il centro di Lisbona.

E adesso alcune informazioni utili per la visita:

  • Biglietto: i biglietti per il castello costano 10€ per gli adulti, 5€ per i ragazzi tra i 13 e i 25 anni, e gratis per i bambini sotto i 13 anni.
  • Orari: tutti i giorni dalle 9:00 alle 21:00. Ultimo accesso alle 20:30.
  • Dove si trova: R. de Santa Cruz do Castelo. Posizione su Maps

Giro al tramonto sul Tram 28

Tram 28, in un itinerario di 3 giorni a Lisbona

Per concludere in bellezza questa prima giornata, poco prima del tramonto ti consiglio di prendere il celebre Tram 28. Un tram vintage del 1900, che negli ultimi anni è diventato una delle attrazioni più iconiche della città.

Ma perché questo tram è così celebre?

Il motivo della sua celebrità risiede nel suo spettacolare tragitto, che lo porta ad attraversare i quartieri più importanti del centro. Oltre a questo, durante il tragitto avrai modo di avere scorci pittoreschi sulla città, di vivere vertiginosi sali scendi e in alcuni punti, di quasi toccare i muri delle abitazioni. Il Tram 28 è assolutamente un’esperienza da non perdere.

Il momento migliore per viverla è sicuramente il tramonto.

Dove prendere il Tram 28? Il mio consiglio è quello di dirigerti verso il suo capolinea situato in piazza Martim Moniz. Puoi prenderlo da qui per poi compiere tutto il tragitto e tornare in centro.

Posizione del capolinea a Martim Moniz

Giorno 2: Chiado, Bairro Alto

L’itinerario di questo secondo giorno a Lisbona prevede la visita ad altri due celebri quartieri del centro di Lisbona.

Il Chiado, il quartiere “letterario”, colto ed elegante. Ricco di caffè frequentati in passato dai più importanti intellettuali della storia portoghese, oggi uno dei luoghi migliori in cui fare shopping.

Il Bairro Alto, uno dei pochi quartieri che non subì grossi danni durante il terremoto del 1755. Oggi è il quartiere preferito dagli artisti, per questo è ricco di gallerie e atelier. Oltre ad essere il quartiere della night life a Lisbona.

  • Praça Luis de Camões
  • Rua Garrett
  • Cafè a Brasileira
  • Elevador de Santa Justa
  • Convento do Carmo
  • Pranzo al Boa-Bao
  • Miradouro São Pedro de Alcantara
  • Igreja de São Roque
  • Galeria Zé dos Bois
  • Serata nel Bairro Alto

Praça Luis de Camões

Anche oggi la prima tappa del nostro itinerario è una piazza storica di Lisbona. Praça Luís de Camões è particolarmente significativa per i portoghesi, perché è proprio qui che il 25 aprile del 1974, dopo la caduta del dittatore Marcelo Caetano, vennero a festeggiare la ritrovata libertà.

La piazza è dedicata al celebre poeta portoghese Luis de Camoes. A lui, è dedicata la scultura al centro della piazza.

Il piazzale è ricco di attività commerciali, bar e ristoranti in cui prendere un caffè e fare una veloce colazione.

Rua Garrett

Rua Garrett

Dopo una breve visita in Praça Luis de Camões dirigiti verso Rua Garrett, la via commerciale più importante del quartiere del Chiado.

Cosa fare in rua Garrett? La prima tappa che ti consiglio di visitare è la Livraria Bertrand, che, rullo di tamburi, è la libreria più antica al mondo, ancora oggi in funzione!

La celebre libreria viene infatti aperta nel 1732, quasi 300 anni fa. Il locale è molto grande, e gli interni sono ovviamente molto antichi, con scaffali di legno vintage, e un atmosfera che ti riporta indietro nel tempo. La libreria dispone anche di un bar in cui è possibile prendere un buon caffè.

Dopodiché il mio consiglio è quello di dedicarti un po’ allo shopping, perché rua Garrett e le zone circostanti sono i luoghi migliori a Lisbona per fare acquisti.

Cafè a Brasileira

Un’altra tappa imperdibile situata nei pressi della rua Garrett è il Café a Brasileira. Una delle caffetterie più antiche di Lisbona, celebre luogo di ritrovo durante il secolo scorso per intellettuali e letterati.

Il suo cliente più famoso? Fernando Pessoa. Che non a caso viene ritratto da una scultura bronzea, in cui il celebre scrittore è seduto a uno dei tavoli del bar.

Elevador de Santa Justa

Elevador de Santa Justa

La prossima tappa è l’ascensore panoramico più famoso di Lisbona. L’Elevador de Santa Justa. L’opera risale a più di 100 anni fa, ai tempi era un vero e proprio mezzo essenziale per il trasporto pubblico, che permetteva alle persone di raggiungere facilmente Largo do Carmo.

La sua progettazione fu affidata a Raul Mesnier de Ponsard, uno degli allievi più promettenti di Gustave Eiffel. L’opera venne edificata interamente in acciaio e ferro battuto, con diversi elementi di derivazione neogotica (come gli archi).

In totale il percorso prevede di salire per 45 metri, per poi ritrovarsi in una suggestiva terrazza panoramica che ti permetterà di avere una vista spettacolare sul Chiado e sulla Baixa.

  • Biglietti: L’Elevador de Santa Justa costa 3,80€ solo andata oppure 5,30€ andata e ritorno. Puoi utilizzarla GRATIS in maniera illimitata con la Lisboa Card (qui trovi maggiori info)
  • Orari: tutti i giorni dalle 7:00 alle 22:45.
  • Dove si trova: R. do Ouro. Posizione su Maps

Convento do Carmo

Convento do Carmo, in un itinerario per vedere Lisbona in 3 giorni

L’Elevador de Santa Justa permette di raggiungere velocemente largo do Carmo e il celebre tempio religioso conosciuto come Convento do Carmo.

Questa chiesa venne pesantemente danneggiata durante il terremoto del 1755, rimasero in piedi solo le arcate, e i muri, il tetto invece crollò completamente, trasformandola nella più grande testimonianza giunta a noi, della distruzione provocata da quel tragico evento.

La chiesa è famosa per l’atmosfera surreale in cui si è catapultati una volta all’interno. Oltre alle rovine del convento c’è la possibilità di visitare il museo archeologico do Carmo.

  • Biglietti: il biglietto per il museo archeologico costa 5€. L’accesso al convento è gratuito.
  • Orari: dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 18:00.
  • Dove si trova: Largo do Carmo. Posizione su Maps

Pranzo al Boa-Bao

Pranzo al Boa-Bao

Non disdegni la cucina asiatica? A Lisbona si trova uno dei migliori ristoranti asiatici in cui sono stato in Portogallo (e oserei dire in Europa!). Il Boa-Bao (che tra l’altro ha un’altra sede anche a Barcellona).

Il locale si trova a pochi passi dal Convento do Carmo, i suoi interni sono molto belli e “chill” e a livello di cucina è un mix di thailandese e vietnamita con ricette riviste in chiave fusion.

  • Prezzi: 15-20€ a persona.
  • Orari: tutti i giorni dalle 12:00 alle 15:30 e dalle 18:30 alle 23:30.
  • Dove si trova: Largo Rafael Bordalo Pinheiro 30. Posizione su Maps

Elevador da Glória e Miradouro São Pedro de Alcantara

Miradouro São Pedro de Alcantara

Lisbona è famosa per la sua particolare conformazione che l’ha resa una delle capitali europee più ricche di terrazze panoramiche. Una delle più interessanti si trova nel quartiere Bairro Alto, che tra l’altro è uno dei quartiere che visiteremo oggi.

Per facilitare il raggiungimento delle zone più alte della città, nel corso del secolo scorso vennero creati diverse funicolari e ascensori panoramici.

Uno tra i più famosi è l’Elevador da Gloria, una funicolare di Lisbona che collega Praça dos Restauradores al Bairro Alto.

l’Elevador da Glória risale al 1885, ed è la seconda funicolare più antica di Lisbona. Quindi consiglio di prenderla sia per facilitare la salita (che ha un pendenza del 20%) che per il valore storico del mezzo.

Arrivato in cima ti ritroverai davanti al Miradouro São Pedro de Alcântara. Una delle terrazze panoramiche più affascinanti e suggestive di Lisbona. Con una vista spettacolare sui quartieri del centro storico, sul Tago e sul Castello di São Jorge.

  • Biglietti: Il costo dell’Elevador da Gloria è di 2,90€ per l’andata oppure 3,80€ per fare andata e ritorno. Gratis con la Lisbona Card.
  • Dove si trova: Praca dos Restauradores. Posizione su Maps

Igreja de São Roque

A poche centinaia di metri dal belvedere, troverai la Igreja de São Roque, una dei pochi edifici storici che non subì danni durante il sisma del 1755.

La chiesa nacque nel 1570, quando i gesuiti si stabilirono per la prima volta nel quartiere. All’estero potrebbe sembrare una semplicissima chiesa, senza nulla di speciale. Ma è quando si varca l’entrata che si resta letteralmente a bocca aperta per la ricchezza degli interni.

La chiesa è ricca di altari laterali riccamente decorati in stile barocco. Il soffitto è completamente decorato da preziosi affreschi che ritraggono motivi e scene religiose. E vi è anche un interessante museo dedicato all’arte sacra. Vale la pena dedicare 30 minuti alla visita della Chiesa di San Rocco.

  • Biglietti: ingresso gratuito.
  • Orari: lunedì dalle 14:00 alle 18:00. Dal martedì alla domenica dalle 9:00 alle 18:00. Giovedì dalle 9:00 alle 21:00.
  • Dove si trova: Largo Trindade Coelho. Posizione su Maps

Aperitivo in Galeria Zé dos Bois

La nostra prossima tappa è uno dei centri culturali più attivi e interessanti di Lisbona. La Galeria Zé dos Bois. All’interno vengono periodicamente presentate mostre di artisti nazionali e internazionali, con lo scopo di avvicinare i giovani all’arte. Il tutto condito da visite guidate, laboratori, mostra audiovisive, film, spettacoli e tanto altro.

Sulla terrazza della Galeria Zé dos Bois troviamo un rooftop bar, in genere molto frequentato dai giovani, in cui è possibile gustare un’ottima birra con vista sulla città. Straconsiglio, anche solo per bere qualcosa al tramonto.

  • Biglietti: ingresso gratuito.
  • Orari: dal lunedì al sabato dalle 18:00 alle 2:00.
  • Dove si trova: R. da Barroca 59. Posizione su Maps

Serata nel Bairro Alto

Serata nel quartiere Bairro Alto

Per concludere questa serata il mio consiglio è quello di restare nel Bairro Alto, un quartiere giovane, dinamico e ricco di vita notturna.

Il quartiere è ricco di locali per tutti i gusti. Ci sono tanti ristoranti e locali economici (dove è facile pagare una birra 2 o 3€). E locali più “chic” ed esclusivi, specialmente nella zona a ridosso di Principe Real.

Alcuni dei locali più famosi sono:

  • Foxtrot: un’ottima birreria, in stile Irish pub. Molto frequentato dai portoghesi e poco dai turisti.
  • Cinco Lounge: per gli amanti degli dei cocktail. Uno dei locali migliori di Lisbona.
  • The Old Pharmacy: un’antica farmacia trasformata in un wine bar. Per gli amanti del vino.

Ovviamente questi sono solo alcuni dei locali in cui puoi andare, in realtà l’offerta è davvero molto grande, quindi sentiti libero di fare un pò di bar crawling.

Vuoi partecipare a tour organizzato dei migliori bar (poco conosciuti) di Lisbona? Ti consiglio di partecipare a questo bar crawling di gruppo, è organizzato da ragazzi del posto, costa appena 20€ (include dei free drink e accesso ai locali) ed è anche un ottimo modo per conoscere nuove persone.

Giorno 3: Belém

Torre di Belém

Torre di Belém, da vedere in un itinerario di 3 giorni a Lisbona

Iniziamo l’itinerario odierno, dedicato al quartiere Belém, con l’attrazione più iconica e rappresentativa di Lisbona.

La Torre di Belém! Un fortino difensivo, fatto costruire da re Manuel I (per volere di suo padre) con lo scopo di proteggere l’estuario del Tago da eventuali attacchi di mare.

Cosa che infatti avvenne dopo pochi decenni contro la Spagna, in quell’occasione la torre si rivelò poco efficace e gli spagnoli dominarono in Portogallo per circa 60 anni.

A livello architettonico la torre è davvero notevole. Motivo per cui è una delle attrazioni più fotografate a Lisbona. Oltre a visitare gli interni puoi anche salire sulla terrazza panoramica da cui potrai ammirare una vista spettacolare sull’estuario del Tago e su Belém.

Curiosità sulla Torre di Belém:

  • Sulla spiaggia davanti alla Torre di Belém, nel 1517 venne organizzato uno scontro tra un elefante asiatico e un rinoceronte africano, regalati dal sultano del Gujarat a re Manuel I. L’elefante se la diede a gambe levate alla vista del rinoceronte, e per questo venne scolpita la sagoma di un rinoceronte in uno degli angoli della torre (ancora parzialmente visibile).
  • L’edificio è costruito in blocchi di Lioz, una particolare pietra calcarea tipica del Portogallo, utilizzata anche per la costruzione del Monastero dos Jeronimos.
  • I piani inferiori della torre, con il dominio spagnolo divennero una prigione politica. Con le mareggiate e il brutto tempo spesso si allagavano, cosa che rendeva la prigionia davvero terribile.

Infine ecco alcune informazioni utili per la visita:

Monumento alle Scoperte

Monumento alle Scoperte, Lisbona

Dopo la visita della torre risali il lungofiume sulle docas, per avvicinarti alla nostra prossima meta. Lungo il tragitto incontrerai l’antico faro di Lisbona.

La prossima meta? Padrão dos Descobrimentos, un maestoso monumento a forma di caravella (antica imbarcazione portoghese) sulla cui prua è possibile osservare diverse statue. Si tratta delle raffigurazioni di alcuni dei personaggi più importanti della storia portoghese.

In particolare a guidare la ciurma abbiamo Enrico il Navigatore, colui che per primo trasformò il Portogallo in un impero coloniale. Seguito da Vasco da Gama e altri illustri personaggi della storia portoghese.

Il Monumento alle Scoperte è visitabile anche all’interno, troviamo infatti una piccola sala in cui vengono organizzati spettacoli, e un ascensore che porta alla terrazza panoramica. Consiglio l’accesso anche solo per terrazza, che offre una vista a dir poco spettacolare da circa 50 metri di altezza.

  • Biglietti: i biglietti per accedere alla terrazza costano 3€.
  • Orari: tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:30.
  • Dove si trova: Av. Brasília. Posizione su Maps

Pastéis de Belém

Pasteis de Belém

Vuoi assaggiare un dolce tipico del Portogallo? Dirigiti verso la vicina pasticceria conosciuta come Pasteis di Belém, e prova i migliori pasteis de nata del Portogallo!

Secondo una leggenda locale i monaci che inventarono questi pasticcini, cedettero la ricetta alla pasticceria più antica delle città (Pastéis de Belém appunto) che tutt’oggi la custodisce gelosamente.

Sarà così? Sinceramente non saprei! Ma le crostatine sono talmente buone che una volta che mangi la prima, difficilmente riesci a smettere!

Molto probabilmente troverai un po’ di fila, vista la fama del locale, ma ne vale assolutamente la pena.

Mosteiro dos Jeronimos

Monastero dos Jeronimos

A pochi minuti di camminata dalla pasticceria, in Praça do Imperio, potrai ammirare una dei monasteri più belli del paese. Il Monastero dos Jeronimos, considerato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, e inserito nella lista delle 7 meraviglie del Portogallo.

La costruzione di questa opera monumentale inizia più o meno nello stesso periodo della Torre di Belém, al fine di celebrare la scoperta da parte di Vasco da Gama, di una via per le indie, cosa che da lì a poco, avrebbe cambiato per sempre la storia del vecchio mondo.

Cosa vedere nel Monastero dos Jeronimos?

  • I monumentali portali, specialmente quello principale, creato da Nicolau Chanterenne nel 1517.
  • Il famosissimo chiostro del monastero, considerato come uno dei più belli di tutto il Portogallo.
  • La Chiesa di Santa Maria di Belém, dove sono custodite le spoglie del poeta Luís Vaz de Camões, e dell’esploratore Vasco de Gama. Proprio in questa chiesa Vasco pregò la notte prima di partire per la spedizione che cambio le sorti del Portogallo.
  • I 2 musei di cui il più interessante è il Museu da Marinha, dedicato alla storia della marina portoghese, e che ospita vere e proprie imbarcazioni, persino un’antica caravella.

Ecco alcune informazioni utili per la visita:

Palazzo di Ajuda

Palazzo di Ajuda

Il Palazzo nazionale di Ajuda è stata la più importante residenza reale portoghese dopo la distruzione del Palacio Ribeira nel 1755.

L’edificio venne realizzato in stile neoclassico dagli architetti Francisco Xavier Fabri e José da Costa e Silva a partire dal 1795.

Il primo sovrano a insediarsi nell’edificio è stato re Luigi I, nel 1861. Dopo il passaggio a repubblica l’edificio rimase disabitato per diversi anni, fino al 1968 quando divenne ufficialmente un museo. Oggi è ancora un museo, ma viene utilizzato anche dal Presidente della Repubblica in occasione di importanti cerimonie.

All’interno del Palacio Nacional da Ajuda troviamo un importante patrimonio artistico, con mobili antichi, gioielli della famiglia reale, quadri e stanze sfarzosamente decorate. All’interno potrai visitare diverse aree tra cui le stanze private dei reali, le sale utilizzate per le feste e quelle per i ricevimenti.

Cosa fare a Lisbona in 3 giorni (attività e tour che ti consiglio)

Giro in barca al tramonto

Giro in barca al tramonto sul fiume Tago

Una delle attività più popolari da fare a Lisbona è un giro in barca lungo il fiume Tago. Le opzioni disponibili per quanto riguarda i tour sono molte, personalmente ti consiglio di scegliere un gita in barca al tramonto, perché è il momento migliore per ammirare la città in tutta la sua bellezza.

Noi abbiamo partecipato a questo tour di circa 2 ore. Il tour parte da Belém (zona delle docas) per poi tornare indietro verso il centro di Lisbona.

Lungo il tragitto potrai ammirare la spettacolare Praça do Comercio, con l’Arco che funge da porta della città, il modernissimo MAAT, il Ponte 25 de Abril, la Torre di Belém e tanto altro.

Incluso nel tour ti danno acqua e un drink di benvenuto, che può essere a scelta una birra, un bicchiere di vino o un soft drink.

Qui puoi prenotare il tuo tour in barca al tramonto.

Partecipa a uno spettacolo di fado

Partecipa a uno spettacolo di fado

Il fado è un genere musicale nato a Lisbona e a Coimbra (con origini molto diverse, perché a Lisbona nasce nei bassifondi, a Coimbra invece si sviluppa negli ambienti colti delle università).

E da qualche anno, il genere musicale è stato persino inserito nella lista UNESCO come patrimonio intangibile dell’umanità.

A Lisbona è possibile partecipare a uno spettacolo di fado in tantissimi locali.

Nei ristoranti del fado (cari), nelle tascas (economiche) oppure nei teatri. Uno degli spettacolari più belli e coinvolgenti a cui abbiamo partecipato è stato Fado in Chiado, uno spettacolo che dura poco meno di un ora, e si svolge in un celebre teatro del quartiere Chiado.

Per partecipare ti basta acquistare il biglietto online e poi presentarti al teatro prima delle 19:00. Qui trovi i biglietti per Fado in Chiado.


Altri itinerari per Lisbona? Ecco le mie guide:

Lascia un commento